La divisa sociale

La divisa sociale è molto semplice, composta da una maglietta t shirt nera di cotone scollo V per le signore e girocollo per i maschi. La nostra INSEGNA SOCIALE PIEMONTE CULTURA è ricamata nella porzione sinistra del petto (nella posizione del cuore). Il Piemonte esistono quattro minoranze linguistiche due delle quali sono state riprese sulle magliette. LA CROCE DI TOLOSA (rappresentante i territori di lingua occitana) sulla manica sinistra e IL SOLE (O FIORE) DELLE ALPI sulla manica destra (un simbolo di antichissima origine caratteristico di tutte le popolazioni celtiche che ora rappresenta i territori e le popolazioni di lingua francoprovenzale nell’Italia del nord ovest).

Sul retro delle maglie, è ricamato il nostro motto in lingua piemontese: “ËL BAL A L’É LA LENGA DL’ÀNIMA” (letteralmente “la danze è la lingua dell’anima”) ma soprattutto un adagio che afferma che la danza fa emergere impetuosamente il fanciullino che abbiamo in noi e il nostro  più gioioso stato d’animo. Le maglie vengono indossate su pantaloni o gonne nere. Al collo i maschi portano un foulard blu Savoia con scritte e ricami che ripropongono i nostri loghi e motti. Alle gonne sono applicati “bindej” rossi e blu mentre alla vita le dame indossano delle fusciacche elaticizzate rosse con profili blu.

Perché i Soci fondatori hanno scelto il colore nero per la divisa?

Semplice, perché nella nostra cultura tradizionale, vestire di nero, significa non avere rilevanza, vuol dire passare inosservati, essere dalla parte di chi soffre la povertà. Significa, inoltre, non volersi mettere in mostra.

Il nero era il colore degli abiti dei servitori dei nobili, ai quali era riservato, invece, il privilegio di indossare preziosi e costosi abiti colorati.

Ironicamente, potremmo affermare che la fatica si può notare meno se si indossa il nero.

Al giorno d’oggi, il nero ha assunto un significato particolare nel mondo della moda: neri sono gli abiti da sera, spesso quelli degli attori e quelli dei registi; in questi casi, il nero sottolinea la silhouette e dà maggior importanza alla persona come accade nel mondo del cabaret e del cinema o del teatro. Il nero è, altresì, molto pratico poiché si può accostare a altri colori molto facilmente come quelli complementari della drappo piemontese:  rosso e il blu…

In altri casi il nero può indicare trasgressione e la volontà personale di non seguire le regole rigide imposte dalla società per chi vuole intraprendere un cammino individuale svincolato dagli schemi e dagli stereotipi. Non c’è, dunque, alcun rapporto con la depressione e la iella! Dunque, per tutte queste ragioni, Piemonte Cultura ha scelto a testa alta il colore NERO.

La Tessera Associativa 2021
Piemonte Cultura – APS

Piemonte Cultura

Sede Sociale Via Costigliole, 2 - 10141 Torino
Piemonte - Italia
Tel. +39 011 043.70.12
Cell. +39 338 627.12.06
Fax. +39 011 043.31.13

C.F. 97709760017 - P.IVA 10232030014

ENTE DI PROMOZIONE SOCIALE DEL TERZO SETTORE SENZA SCOPI DI LUCRO.

Atto Costitutivo reg.to in Torino il 17-12-2008 al n° 24567 serie 3.

Modifica dello Statuto per adeguamento alle disposizioni previste dal D. Lgs. 117/2017 reg.to in Torino il 28-10-2020 al n° 6258 Serie 3.

Iscrizione - con determinazione dirigenziale n. 305/A1419A del 5/03/2021 - al n° 434/TO del Registro Regionale delle Associazioni di Promozione Sociale.

Iscrizione - con delibera di Giunta mecc.co n° 2009-02911/001 del 09/5/2009 notifica protocollo n° 4078 del 17/06/2009 - al Registro delle Associazioni della Città di Torino.


Sviluppo Software Web digitare.net

Renderig & Grafic Design Mattia Floris

Gestione by kilobit.it

Newsletter

Ricevi tutte le novità e gli aggiornamenti sulle nostre attività direttamente nella tua casella di posta.

Selezionando questa casella, acconsento alla conservazione a all'utilizzo dei dati richiesti, per le finalità di contatto descritte dal modulo stesso.

Privacy Policy Cookie Policy
Piemonte Cultura

Copyright © 2008 - 2021 Piemonte Cultura A.p.s. Tutti i diritti riservati.